Fiori rosa

Fiori rosa

giovedì 15 dicembre 2011

A Gesù Bambino


La notte è scesa
e brilla la cometa
che ha segnato il cammino.
Sono davanti a Te, Santo Bambino!
Tu re dell'Universo,
ci hai insegnato
che tutte le creature sono uguali,
che le distingue solo la bontà,
tesoro immenso
dato al povero e al ricco
Gesù fa che io sia buono,
che in cuore non abbia che dolcezza.
Fa che il tuo dono
s'accresca in me ogni giorno
e intorno lo diffonda
nel Tuo nome.
.
                 Umberto Saba

mercoledì 23 novembre 2011

La bella dame sans merci


Certo i gabbiani cantonali hanno atteso invano
le briciole di pane che io gettavo
sul tuo balcone perchè tu sentissi
anche chiusa nel sonno le loro strida.
Oggi manchiamo all'appuntamento tutti e due
e il nostro breakfast gela tra cataste
per me di libri inutili per te di reliquie
che non so: calendari, astucci, fiale e creme.
Stupefacente il tuo volto s'ostina ancora, stagliato
sui fondali di calce del mattino;
ma una vita senz'ali non lo raggiunge e il suo fuoco
soffocato è il bagliore dell'accendino.

.             Eugenio Montale


.

martedì 15 novembre 2011

Nostalgia


Vladimir Volegov

Durante tutto il viaggio
la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse come la mia ombra
mi stava accanto anche nel buio
non dico che fosse come
le mie mani e i miei piedi
quando si dorme si perdono le mani e i piedi
io non perdevo la nostalgia
nemmeno durante il sonno.
.
Durante tutto il viaggio
la nostalgia non si è separata da me
non dico che fosse
fame o sete o desiderio del fresco
dell'afa o del caldo nel gelo
era qualcosa che 
non può giungere a sazietà
non era gioia o tristezza
non era legata
alle città alle nuvole alle canzoni
ai ricordi
era in me e fuori di me
.
Durante tutto il viaggio
la nostalgia non si è separata da me
e del viaggio non mi resta nulla se non 
quella nostalgia.

                  .Nazim Hikmet



lunedì 7 novembre 2011

Ciò che ho scritto di noi

Vladimir Volegov

Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia.
E' la mia nostalgia
cresciuta sul ramo inaccessibile.
E' la mia sete
tirata su dal pozzo dei miei sogni.
E' il disegno
tracciato su un raggio di sole.
.
Ciò che ho scritto di noi è tutta verità.
E' la tua grazia
cesta colma di frutti rovesciata sull'erba.
E' la tua assenza
quando divento l'ultima luce all'ultimo angolo della via.
E' la mia gelosia
quando corro di notte fra i treni con gli occhi bendati.
E' la mia felicità
fiume soleggiato che irrompe sulle dighe
.
.Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia
Ciò che ho scritto di noi è tutta verità
.
Nazim Hikmet


sabato 5 novembre 2011

Ti prego


Quando mi dai la tua piccola mano
Che tante cose mai dette esprime
Ti ho forse chiesto una sola volta
Se mi vuoi bene?
.
Non è il tuo amore che voglio
Voglio soltanto saperti vicina
E che muta e silenziosa
di tanto in tanto
mi tenda la tua mano.
.
Hermann Hesse





mercoledì 2 novembre 2011

Blues in memoria

Vladimir Gusev



Fermate tutti gli orologi, isolate il telefono,
fate tacere il cane con un osso succulento,
chiudete i pianoforte, e tra un rullo smorzato
portate fuori il feretro, si accostino i dolenti.
.
Incrocino aeroplani lamentosi lassù 
e scrivano sul cielo il messaggio: Lui E' Morto,
allacciate nastri di crespo al collo bianco dei piccioni
i vigili si mettano guanti di tela nera.
.
Lui era il mio Nord, il mio Sud, il mio Est e Ovest,
la mia settimana di lavoro, il mio riposo di domenica,
il mio mezzodì, la mezzanotte, la mia lingua, il mio canto;
pensavo che l'amore fosse eterno: e avevo torto.
.
Non servon più le stelle: spegnetele anche tutte;
imballate la luna, smontate pure il sole;
svuotatemi l'oceano e sradicate il bosco;
perchè ormai più nulla può giovare.
.
.              W. H. Auden




                                                         

sabato 29 ottobre 2011

Se potessi.....

Vincent van Gogh


Io pronuncio il tuo nome
nelle notti oscure,
quando giungono gli astri
a bere nella luna,
e dormono i rami
delle fronde occulte.
.
Ed io mi sento vuoto
di passione e di musica.
Folle orologio che canta
antiche ore defunte.
.
Io pronuncio il tuo nome
in questa notte oscura,
e il tuo nome mi suona
più lontano che mai.
Più lontano di tutte le stelle
e più dolente della mite pioggia.
.
Ti amerò come allora qualche volta?
Che colpa ha commesso il mio cuore?
Se la nebbia si scioglie
quale nuova passione mi aspetta?
Sarà tranquilla e pura?
Se potessi sfogliare con le dita la luna?

.                  Federico Garcia Lorca.

lunedì 24 ottobre 2011

Gli anni


.Gregory-Frank Harris        


La giovinezza
non è un periodo della vita,
essa è uno stato dello spirito.
Un effetto della volontà,
una qualità dell'immaginazione,
un'intensità emotiva,
una vittoria del coraggio sulla timidezza.
Non si diventa vecchi
perchè ci è piovuto addosso 
un certo numero di anni,
si diventa vecchi perchè si sono
abbandonati i propri ideali.
Gli anni solcano la pelle,
rinunciare ai propri ideali solca l'anima.
Le preoccupazioni ,
i dolori,
i timori e le disperazioni sono
i nemici che lentamente ci consumano
e ci fanno diventare polvere
prima della morte.
Giovane è colui che
è capace di stupore e meraviglia.
.                 .   dal WEB

lunedì 17 ottobre 2011

Ricorda


Non scordare mai
che il potere dell'amore
può risolvere ogni conflitto,
accorciare ogni distanza,
risplendere attraverso i muri di cristallo.

.      da "Il guardiano del faro"



domenica 25 settembre 2011

LO SCATOLONE


Giovanni e Damiano ' 92

Camminare e camminare....

Daniel-Ridgway
                                                           
Ti ricordi il proverbio indiano.......
diceva pressapoco così:
" Ogni volta che vuoi giudicare qualcuno,
cammina prima per tre lune nei suoi mocassini"
Dobbiamo diventare dei grandi camminatori non credi?
Camminare, camminare e camminare ancora,
uno  fianco a fianco dell'altro,
scambiandosi le scarpe,
uno nelle scarpe dell'altro.
Camminare pensando al giorno
in cui siamo venuti al mondo e a
quello in cui ce ne andremo.
Camminare accanto alla fragilità,
nella nudità,
senza toghe,
senza indici levati.
Dobbiamo camminare per 
costruire un mondo la cui base non siano più
il giudizio e il pregiudizio,
ma l'umiltà e la comprensione.
       .
       .dal Web

                                                                            

giovedì 22 settembre 2011

Autunno

 
                                           
Si sta come d'autunno su gli alberi le foglie

( G. Ungaretti )
                              

                              

                                                     
                                                         
            
                        

mercoledì 10 agosto 2011

Le candele


Stanno i giorni futuri innanzi a noi
come una fila di candele accese,
dorate, calde e vivide.
.
Restano indietro i giorni del passato,
penosa riga di candele spente:
le più vicine danno fumo ancora,
fredde, disfatte e storte.
.
Non le voglio vedere mi accora il loro aspetto,
la memoria mi accora del loro antico lume.
E guardo avanti le candele accese.
.
Non mi voglio voltare, ch'io non scorga
in un brivido,
come s'allunga presto la tenebrosa riga,
come crescono presto le mie candele spente.
.
           Kostantinos Kavafis



domenica 17 luglio 2011

A tutti i Musoneri d'Italia


Ti rivedo Musonero
affacciato alla vedetta
sotto il sole cocente ,
il freddo pungente,
nella pioggia battente,
nel vento,
solerte, vigile, attento.

Ti rivedo intento alle leve
variavi le fasi del ciclo,
ritmico lo stantuffo risuonava
la brace nel forno danzava,
scintille vomitava la ciminiera
la tua faccia era 
sudata e nera..

Fili sottili e tesi,
che s'intrecciano alti
sopra le strade di ferro 
decretano la tua fine.
Addio sbuffate
portate dal vento
alte nel cielo,
nuvole d'argento.

Ti voglio bene Musonero 
con te riaffiorono molti ricordi;
la gioventù, il duro lavoro,
il volto di molti compagni.
Come la tua figura è la mia
o Musonero della nostalgia. 

               Giorgio Cappuzzo

                                                                               

giovedì 30 giugno 2011

Trova il tempo



Vladimir Volegov

Trova il tempo di riflettere,
è la fonte della forza.
Trova il tempo di giocare,
è il segreto della giovinezza.
Trova il tempo di leggere,
è la base del sapere.
Trova il tempo d'essere gentile,
è la strada della felicità.
Trova il tempo di sognare,
è il sentiero che porta alle stelle.
Trova il tempo di amare,
è la vera gioia di vivere.
Trova il tempo d'essere contento,
è la musica dell'anima.

(Antica ballata Irlandese)



sabato 30 aprile 2011

L'Amore


L'Amore
Quando l'amore vi chiama, seguitelo.
Anche se le sue vie sono dure e scoscese.
E quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui.
Anche se la sua lama, nascosta tra le piume vi può ferire.
E quando vi parla, abbiate fede in lui,
anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni
come il vento del nord devasta il giardino.
Poichè l'amore come  vi incorona così vi crocefigge.
E come vi fa fiorire così vi reciderà.
Come sale alla vostra sommità e accarezza i più teneri rami che fremono al sole,
così scenderà alle vostre radici e le scuoterà fin dove
si avvinghiano alla terra.
Come covoni di grano vi accoglie in sè,
vi batte finchè non sarete spogli.
Vi staccia per liberarvi dai gusci.
Vi macina per farvi neve.
Vi lavora come pasta fin quando non siate cedevoli
e vi affida alla sua sacra fiamma perchè siate
il pane sacro della mensa si Dio.






mercoledì 20 aprile 2011

Risuscitato?

Rembrandt  " Il Perdono "                                                         
Siete mai stati risuscitati ?
Nessuno vi ha mai parlato,
perdonato, amato,
tanto da farvi rinascere ?
Non avete mai assistito,
sperimentato la potenza della vita
che scaturisce da un sorriso,
da un perdono,
dall'accogliere qualcuno
da una vera comunità?
Come si può credere 
a una resurrezione futura
se non avete fatto l'esperienza
di una resurrezione immediata ?
Come si può credere
che l'amore sia più forte
della morte
se non vi ha reso viventi,
se non vi ha risuscitato
dai morti ?

            Louis Evely      









venerdì 11 marzo 2011

Silenzio


Vorrei sedermi vicino a te in silenzio,
ma non ne ho il coraggio; temo che
il mio cuore mi salga alle labbra.

Ecco perchè parlo stupidamente e nascondo
il mio cuore dietro le parole.
Tratto crudelmente il mio dolore per paura
che tu faccia lo stesso.

Tagore


da Gitanjali


Mark Keathley


Credevo che il mio viaggio
fosse giunto alla fine
mancandomi oramai le forze
Credevo che la strada
davanti a me
fosse chiusa e le provviste esaurite.
Credevo che fosse giunto
il tempo
di trovare riposo
in una oscurità pregna
di silenzio.
Scopro invece che i tuoi
progetti
per me non sono finiti
e quando le parole ormai
vecchie
muoiono sulle mie labbra
nuove melodie nascono dal
cuore;
e dove ho perduto le tracce
dei vecchi sentieri
un nuovo paese mi si apre
con tutte le sue meraviglie.

Tagore


venerdì 28 gennaio 2011

Gli antenati

 





E'Gianduia torinese
Meneghino milanese,
Vien da Bergamo Arlecchino
Stenterello è fiorentino,
Veneziano è Pantalone
con l'allegra Colombina,
Di Bologna Balanzone,
con il furbo Fagiolino.
Vien da Roma Rugantino,
Pur romano è Meo Patacca.
Siciliano Peppe Nappa, 
di Verona Fracanappa
e Pulcinella napoletano,
Lieti e concordi si dan la mano;
vengon da luoghi tanto lontani,
ma son fratelli, sono italiani.

domenica 23 gennaio 2011

FORSE


Forse le nostre ansie 
non hanno lettori
forse la strada è sbagliata fin dall'inizio
e sbagliata sarà anche alla fine
forse le lanterne che ad una ad una accendiamo
il vento una a una le spegnerà
forse bruciamo la vita per illuminare gli altri
e non abbiamo fuoco per riscaldare noi stessi
forse quando tutte le lacrime saranno versate
la terra sarà più fertile
forse noi cantiamo il sole
e dal sole siamo cantati
forse più grande è il peso sulle spalle
più alta torreggia la fede
forse gridiamo contro tutte le sofferenze
ma sulle personali sventure non possiamo che
tacere
forse
per un irresistibile richiamo
non abbiamo altra scelta.


SHU  TING


martedì 4 gennaio 2011

".....state attenti
a far piangere una donna
che poi Dio conta le sue lacrime!
La donna è uscita 
dalla costola dell'uomo
non dai piedi
perchè dovesse essere pestata
nè dalla testa per essere superiore
ma dal fianco per essere uguale
un po' più in basso del braccio
per essere protetta
e dal lato del cuore per essere
Amata......"

dal libro del TALMUD