Buon Natale '17

Buon Natale '17

sabato 22 novembre 2014

Tutto passa


" Si guarisce, si guarisce da tutto.
Dalle assenze, dai ricordi, dalle dipendenze.
Col tempo non si elimina,
si accantona, si fa da parte.
Ti accorgi che, quello da cui
non sapevi staccarti,
quello per cui avresti creduto
di morire senza, non è più insormontabile,
insostituibile. Indispensabile.
Perchè si sa, tutto passa,
anche se niente si dimentica. "

.      ( M. Cacace )

.

sabato 1 novembre 2014

Nella festa di tutti i Santi


Gli Eletti variano tra loro 
per intelligenza,
attitudini , 
vocazione.
Hanno doni diversi
e grazie diverse, eppure, una
invisibile somiglianza sta al fondo
delle grandissime diversità.
Portano tutti il medesimo segno:
il segno dello stesso Dio.
.
.                  E. Hello.

mercoledì 8 ottobre 2014

Biciclette d'altri tempi


Sull'ombrosa strada
di quiete inondata,
solo il lieve fruscio
delle tue ruote,
compagna bicicletta.
Svelta, sicura,
elegante nel passo.
Silenziosa e parca
che una lacrima d'olio
chiedevi ogni tanto.
Poi l'uomo,
in un felice connubio
con il progresso
ti ha ripudiata,
e fra la polvere dei ricordi
ingloriosamente confinata.
Bicicletta
della mia giovinezza
che migliaia di volte
mi hai visto
curvo sui tuoi pedali
pigiare con vigoria,
lungo le strade di campagna,
arrancare con sudore
su per le tortuose erte
degli ameni colli,
fra il verde degli alberi
e l'azzurro del cielo;
sei la muta testimone
del declino di un'epoca
che, oppressa
dalla frenesia del denaro,
indifferente ai mille veleni,
si avvia impotente
verso un nero destino.
.
.        .Giorgio Cappuzzo




.

venerdì 26 settembre 2014

LA VITA

dipinto di Giorgio Cappuzzo
Non interrompere mai qualcosa che senti dentro.
Non respingerlo, non negartelo.
La vita non presenta mai due volte la stessa occasione
e nessun treno passa mai due volte.
Difficile scegliere il treno giusto
il momento adatto e poter essere così fortunati
da arrivare a fine corsa dicendo " Ho fatto la scelta giusta"
Ma le stazioni servono a questo; 
a poter cambiare occasione, scelta e direzione.
Per tanto sali, viaggia e se sbagli scendi e
sali di nuovo, ma non fermarti mai a una 
stazione a guardare i treni passare.

Silvia Nelli.


...

giovedì 13 febbraio 2014

E allora devi fermarti

Daniel Gerhartz
E allora devi fermarti. Se in quegli occhi non ci vedi niente, devi fermarti.
Bisogna prima morire in un cuore per poterne amare un'altro.
Bisogna che il ricordo di un amore diventi sbiadito. Lontano.
E in quel ricordo deve scapparti un sorriso, non una lacrima
Se l'amore lo senti ancora dentro, anche quando le strade si dividono.
Anche quando fa male. Devi fermarti. Aspettare la morte.
E quella arriva , pian piano. E' fatta di lacrime e sorrisi tirati.
Di momenti e attimi trascorsi insieme. Ricordi che ti lasciano al buio,
è in quel buio che i tuoi occhi si riempiono di lacrime,
che il tuo sguardo diventa appannato, è in quel buio che cammini tra
la gente con lo sguardo fisso privo di emozioni.
Diventi una candela di cera e la fiamma che prima illuminava 
il tuo cuore, ti consuma ogni giorno. E allora devi fermarti.
Lasciare che il tempo si prenda i ricordi, insieme alla rabbia e l'odio
di un amore che è stato. Lasciar morire un amore che non ci merita,
ci fa soffrire e la sofferenza rispecchia la sincerità del nostro amore.
Cercare disperatamente un amore per sopprimerne un altro è una trappola
che ci costruiamo giorno per giorno. Non si può scavalcare il dolore,
o l'amore che ancora proviamo. L'amore non ti lascia mai in sospeso,
o ti uccide o ti fa vivere. E allora prima che il tuo cuore possa essere abitato
devi sfrattare le ombre, i fantasmi che lo abitano, prima di poter amare 
un'altra volta il tuo cuore dev'essere disabitato. Ogni piccola stanza 
deve essere tirata a lucido. Cicatrizzare le porte del cuore quelle sbagliate
e aprirne altre. E allora si può tornare ad amare e a vivere dopo essere
morti dentro. E quando torni a vivere lo senti. In quei battiti accelerati,
lo senti nella mente che non trova deviazioni. Ti lasci prendere la mano
dall'amore. Nuovo. Puro. Riprendi i tuoi passi lì.....dove si erano fermati,
senza più paura di morire un'altra volta. Perchè sai che dopo la morte
c'è sempre la VITA.
Anche in amore
                                                    DAVIDE BIANCO.


                         .....

sabato 4 gennaio 2014

Crescere


Crescere vuol dire avere il coraggio di non strappare le pagine
della nostra vita, ma semplicemente voltare pagina.
Crescere significa riuscire a superare i grandi dolori senza dimenticare
Crescere significa avere il coraggio di guardare il mondo e di sorridere.
Crescere significa guardarsi indietro e abbracciare i ricordi senza piangere
Crescere è saper distinguere la realtà dai sogni.
Crescere è sapersi rialzare dopo una brutta caduta.
Crescere.....non tutti hanno voglia di crescere.... forse perchè sono
consapevoli delle difficoltà che incontreranno crescendo.
     Jim Morrison